vai al contenuto. vai al menu principale.

Il comune di Vidracco appartiene a: Regione Piemonte - Città metropolitana di Torino

Collegamenti ai social networks

Seguici su

Chiesa cimiteriale di San Giorgio

Nome Descrizione
Indirizzo Via Feipiano
Anche la piccola chiesetta del cimitero ha subito dei rimaneggiamenti ed è passata dalla dedica a San Mauro (che ha avuto sicuramente fino al 1870 anno in cui è stata scritta l’opera del Bertolotti) all’attuale dedica a San Giorgio.
La primitiva dedica a San Mauro fa supporre influenze francesi, dove il santo è molto venerato, ed in realtà la costruzione della cappella potrebbe coincidere con il possesso da parte degli stessi del territorio della Valchiusella dalla metà del 1600. L’impianto della chiesa cimiteriale di San Giorgio sembra essere seicentesco.

La chiesetta sorge su di una altura ben visibile dalle strade principali e dal centro del paese. L’accesso al cimitero attualmente avviene dal lato retrostante la cappella mentre in origine avveniva dal lato sud della stessa, tramite una piccola scalinata ancora esistente, che sicuramente enfatizzava la vista della chiesetta. La chiesa è una piccola cappella ad una navata unica, con abside rivolto a nord, intervallata da 3 coppie di paraste che sorreggono una volta a botte lunettata. La chiesa originaria, probabilmente campestre, ha sicuramente subito dei rimaneggiamenti. Gli stessi si leggono nel tamponamento delle finestre laterali all’interno delle lunette, che sicuramente un tempo contenevano delle finestre che davano luce all’interno e si leggono nell’abside. L’attuale infatti ha una larghezza inferiore rispetto alla navata della chiesa, ed è coperto anch’esso da una volta a botte. Con molta probabilità la originaria
chiesa terminava con un abside semicircolare ed un catino absidale a volta che è stato poi rifatto e rettificato.

Dalla mappa datata 1744 trovata presso l’Archivio Storico di Torino (una cui riproduzione è presente anche nelle sale comunali), si legge già l’attuale forma della chiesa con l’abside più piccolo e con le pareti dritte. Questo fa supporre che l’originale disegno della cappella abbia subito rimaneggiamenti già alla metà del ‘700. La chiesa non ha importanti caratteristiche di pregio anche se sarebbe interessante eseguire delle indagini stratigrafiche per trovare eventuali tracce di affresco.